PROGETTO R3L
"REPEF RETE EUROPEA PER L’EDUCAZIONE DEL FUTURO"
WORKSHOP TEMATICO - LARNACA/CIPRO
SETTEMBRE 2004
   
Avviato in Calabria il documento programmatico del progetto
"Rete europea per l’educazione del futuro"
   

Obiettivo centrato: i lavori del I° Meeting internazionale del progetto “Repef” (Rete europea per l’educazione del futuro), hanno prodotto i frutti sperati. Al termine delle tre giornate dedicate al confronto di esperienze tra diversi paesi esteri aderenti all’iniziativa, è stato stilato un documento ufficiale che dà il via al progetto promosso dalla Comunità europea con lo scopo di consentire una maggiore conoscenza della domanda-lavoro tra i paesi membri e quelli destinati all’allargamento. Il fine ultimo di questa iniziativa, in sintesi, è quello di agevolare l’accesso alle offerte di istruzione e formazione, cercando di favorire l’inserimento delle donne e degli emarginati all’interno del mondo de lavoro.

Proprio sulla scorta di tali premesse è stato impostato il lavoro del Meeting che ha visto la partecipazione dei delegati di sette paesi esteri rappresentati dai seguenti enti: Agenzia di sviluppo di Iraklio (Creta), Giorgios Mavrojanni e Giorgios Varuchas; Associazione per lo sviluppo della regione Centro Sud Adraces (Portogallo), Luis Andrade; Deputacion Jaen (Spagna), Manuel Martinez Trillo e Antonia Maria Fernandez; Volkshoscule Schaumburg (Germania), Berbel Unruh; Unione delle Comunità di Larnara (Cipro), Spyros Elenodorou e Kyriakos Karaklas; Municipalità di Plovdiv (Bulgaria), Penka Kafelova e Margarita Vakrilova; Federazione Rumena per lo sviluppo rurale e montano (Romania), Stefan Mitrache, Valentin Mitrache, Dana Popescu e Fedele Battisti.

A tirare le redini dell’incontro è stato il Co.G.A.L. “Monte Poro - Serre Vibonesi”, capofila dell’iniziativa, rappresentato da Paolo Pileggi, Bruno Battisti, Eleonora Contartese, Giovanni Rubino ed Ester Grillo. A supporto del Consorzio Gruppo Azioni Locali, sono intervenuti anche la professoressa Tiziana Periti ed il dirigente dell’Istituto Magistrale Pasquale D’Agostino, che saranno coinvolti nella realizzazione del progetto “Socrates”.

Il protocollo d’intesa firmato dai suddetti partecipanti all’incontro prevede, tra le altre cose, l’avvio di attività di “azione-ricerca”, di studio, di analisi orientate alla politica di formazione continua, la verifica e l’analisi delle esigenze formative, la stesura di documenti divulgabili che pubblicizzino le iniziative delle regioni interessate al progetto. I risultati di questo lavoro saranno pubblicati sia sul sito internet del Co.G.A.L. (www.cogalmonteporo.net) sia sul nuovo Portale interattivo creato per l’occasione, attraverso il quale sarà realizzata una rete “Community Interactive” destinata ai vari membri per veicolare meglio, grazie al sistema delle conferenze netmeeting, le proposte metodologiche ed operative.

Durante la prima giornata dell’incontro (che si è svolto presso l’hotel “Costabella” di Briatico dal 21 al 23 giungo) sono intervenuti anche l’assessore regionale all’Ambiente, Domenico Antonio Basile e quello provinciale alla Cultura, Giuseppe Ceravolo il quale ha aderito a questa iniziativa già ad ottobre dello scorso anno, quando sono state poste le basi per la realizzazione del progetto. Proprio quest’ultimo, in merito all’iniziativa, ha evidenziato che << si comprende in modo lampante l’importanza di questa iniziativa svolta in partenariato tra enti pubblici e privati coordinati dal Co.G.A.L. che dimostra di avere raggiunto livelli tecnici elevati. Il progetto “Repef” ci consente di aprirci all’Europa per creare una rete che potrà rendere fruibili gli straordinari presidi culturali della provincia >>.

Anche l’assessore regionale Basile ha sottolineato l’importanza di questo appuntamento: <<Plaudo a questa nuova iniziativa del Co.G.A.L. perché ben si coniuga con le politiche di sviluppo già avviate sul territorio. Voglio ad esempio ricordare che il Co.G.A.L. costituisce uno dei nodi cruciali del progetto “Infea” promosso dal mio assessorato per educare alla salvaguardia dell’ambiente>>.

Tutto ciò, dovrà essere realizzato nell’anno in corso, e non oltre il mese di gennaio del 2004. L’andamento del progetto sarà valutato a partire dalla prossima riunione operativa tra i partners che si svolgerà dall’1 al 5 dicembre a Creta, nella cittadina di Chanià.

Nel corso dei tre giorni di lavoro, c’è stato anche il tempo per consentire alle delegazioni ospiti di conoscere il territorio Vibonese, le sue caratteristiche morfologiche, le bellezze paesaggistiche, i sapori delle produzioni tipiche locali con l’obiettivo di costituire un eventuale richiamo turistico attraverso al divulgazione delle caratteristiche morfologiche del territorio provinciale.